fisiologico radiologico gorle

LO SBIANCAMENTO

sbiancamento denti

Qual è il colore dei denti?
Per via della pigmentazione naturale della dentina - l’elemento interno del dente - la colorazione dentale è più vicina al bianco pallido che non all’irreale bianco vero e proprio che siamo abituati a vedere su giornali e televisione.
Lo smalto, cioè l’elemento esterno, è infatti incolore e translucido.
Nonostante ciò, la volontà umana di rendere i denti più bianchi è molto antica, come dimostrano i goffi tentativi dell’epoca Romana, quando scarseggiavano le conoscenze dei processi chimici utili allo sbiancamento perfetto.
Certo bisogna ammettere come un sorriso smagliante sia utile nei rapporti interpersonali e sia spesso (ma non sempre) conferma di un ottimo stato di salute.
In particolare esistono due tipi di macchie che possono intaccare l’estetica del bel sorriso: le macchie estrinseche e le macchie intrinseche.
Nel primo caso si tratta di anomale pigmentazioni esterne al dente, create da elementi depositati sullo smalto come placca e tartaro, che hanno un effetto cromogeno. La rimozione di tali elementi è possibile solo con l’aiuto di un medico professionista e di particolari macchinari che sfruttano onde a ultrasuoni.
Il secondo tipo di macchie riguarda patologie più delicate e gravi che causano problematiche all’interno dello smalto, classificate diversamente. 
Esistono anomalie congenite come l’amelogenesi (macchie dello smalto) e la dentino genesi (macchie delle dentina), entrambe presenti durante lo sviluppo naturale della dentatura.
Le macchie intrinseche possono essere inoltre legate all’assunzione di alcuni tipi di antibiotici, all’eccesso di fluoro e all’eccessiva presenza di bilirubina (pigmento rossastro contenuto nella bile).
In questo caso l’odontoiatra può procedere a trattamenti con lampade UV, ablatori e laser.
In particolare gli ablatori sono trapani con punta tonda rotante, che erogano un getto costante di acqua ed emettono ultrasuoni capaci di rimuovere gli strati di tartaro e placca depositati sullo smalto dentale.
Gli sbiancamenti dentali da parte di esperti professionisti non sono sempre efficaci e anzi perdono la propria utilità in presenza di elementi esterni come corone, ponti, capsule ed altri protesi dentali, poiché il materiale metallico risulta totalmente insensibile al processo di ossidazione causato dal perossido.
In tutte le altre casistiche, una serie di sedute da un buon medico odontoiatra può rendere perfetto il sorriso di ogni paziente, magari non come quello irreale che ci offrono le pubblicità …ma comunque soddisfacente per gli attuali canoni sociali.